Unica Radio Podcast show

Unica Radio Podcast

Summary: Radio degli studenti universitari di Cagliari. Mission del media è raccontare il movimento culturale e la città nei suoi molteplici aspetti

Join Now to Subscribe to this Podcast

Podcasts:

 Location Manager: l’Indiana Jones dei set cinematografici | File Type: audio/mpeg | Duration: 28:01

Gennaro Aquino su Unica Radio racconta i retroscena del mestiere di Location Manager Ormai professionista da diversi anni Gennaro Aquino racconta ai microfoni di Unica Radio quali sono i doveri e le competenze del location manager. Una professione che in Italia sta osservando una forte crescita, ma oltreoceano è consolidata da diverso tempo. Quella del location manager è senz’altro una professione più che affascinante e Aquino ne racconta i dettagli soffermandosi sui particolari. Numerosi sono gli esempi anche pratici con riferimenti a esperienze sui set delle pellicole per le quali ha lavorato come ad esempio il Racconto dei racconti di Matteo Garrone. Dalla pre-preparazione sulla base di ambienti scritti in sceneggiatura, alla ricerca concreta sul campo, delle location. Vero e proprio momento in cui il location manager si trasforma in un ideale Indiana Jones. La ricerca è finalizzata a individuare le ambientazioni più simili possibile a quelle proposte in sceneggiatura, ma con un forte attenzione alle possibilità logistiche e finanziare della produzione. Ma anche gestire i permessi con la polizia locale, la gestione del traffico, la sicurezza sull’ambiente di lavoro, la convivenza con i cittadini e le autorità locali. Il fine è quello di realizzare serenamente lo svolgimento delle riprese e ridurre al minimo le eventuali conseguenze dell’impatto della produzione sull’ambiente. Gennaro Aquino, attualmente, è impegnato in un set altrettanto suggestivo e fiabesco come quello de Il Racconto dei Racconti, vale a dire, Pinocchio di Matteo Garrone, di cui recentemente l’uscita è stata anticipata per Natale 2019. Le location principali vedono protagoniste la Toscana, il Lazio e la Puglia. Link per seguire Diari di Cineclub Ascolta l’intervista a Gennaro Aquino

 Il Xavier di Jo Coda ritorna a Cagliari | File Type: audio/mpeg | Duration: 9:33

Intervista al regista cagliaritano Giovanni “Jo” Coda a seguito della proiezione di Xavier al May Mask di Cagliari Il May Mask di Cagliari ha ospitato Giovanni “Jo” Coda e il suo cortometraggio Xavier. L’opera di appena 8 minuti ha riscontrato ancora una volta il successo del pubblico, toccando le più profonde corde dell’animo. Il 20 aprile 2017 un attentato terroristico presso gli Champs-Elysées segnò la morte di Xavier Jugelé, vittima di una raffica di mitra, sotto gli occhi di centiaia di testimoni. Il giovane poliziotto vittima dell’attentato, lascia così il suo partner nella vita Etienne Cardiles. I sogni infranti e le vite incompiute vibrano con forza nella lettera che Etienne dedica a Xavier e legge pubblicamente durante i funerali di Stato. Da questo drammatico evento nasce il cortomentraggio Xavier. Il progetto Xavier ha navigato in lungo e in largo in tutto il mondo: la Premiere Mondiale All Out On Film di Atlanta, le selezioni di Cardiff, Seattle, Firenze e Napoli. Il New Renaissance Film Festival di Amsterdam il prestigioso Columbus International Film and Animation Festival il più antico Festival americano dedicato al cinema. Il Show me Justice Film Festival dell’Università Centrale del Missouri di Warresburg, il Des Images Aux Mots LGBT Film Festival di Toulouse. Queste sono solo alcune delle tappe del di Xavier. Dopo oltre quaranta official selections in tutto il mondo e numerosi riconoscimenti da parte dei più prestigiosi festival cinematografici riapproda nel capoluogo sardo. Il May Mask, al servizio della cultura, delle arti e dello spettacolo, ha ospitato la proiezione di Xavier, successivo dibattito che ha visto il regista accettare la candidatura per la lista di Francesca Ghirra alle prossime elezioni comunali, ma non solo. In chiusura di serata, il palco è stato dominato da Gianni Dettori artista a tutto tondo con il quale Giovanni Coda collabora da quasi vent’anni. L’ultima collaborazione tra Dettori e Coda risale appunto a Mark’s Diary del 2019, cortometraggio improntato sul tema del sesso e disabilità. Il cortometraggio girato a Cagliari e interpretato dall’attore francese Thomas Grascouer e dal performer Marco Casoli, con le musiche di Cosimo Morleo. Andrea Andrillo, Arnaldo Pontis, e prodotto da Associazione Aclabor e Atlantis Moon Productions Pagina Facebook di Xavier di Giovanni Coda https://www.facebook.com/Xavier-un-film-di-Giovanni-Coda-869849556500824/

 Unica News del 29 maggio 2019 ore 12.00 | File Type: audio/mpeg | Duration: 5:57

Appuntamento con l’informazione di Unica News del 29 maggio 2019. Quattro appuntamenti quotidiani dal lunedì al venerdì alle ore 10,  12, 17 e 19 in onda su Unica Radio Spazio giornaliero dedicato alle ultime notizie del territorio, cronaca, cultura ed eventi culturali con Unica News del 29 maggio 2019. Con Unica News rimani informato su quello accade intorno a te. Unica Radio racconta la città che cambia. In questo appuntamento con l’informazione di Unica News, spazio alla cronaca nazionale e locale, alla cultura e allo sport: La professoressa sospesa rientrata a scuola. Il provvedimento dell’ufficio scolastico provinciale per non aver vigilato su una ricerca in cui gli alunni hanno accostato le leggi razziali del ’38 al decreto sicurezza di Salvini. Oggi è una bellissima giornata – dice – sono felicissima di rientrare a scuola con i miei alunni. Gli alunni le hanno donato una rosa rossa per ogni giorno di sospensione. Rifiuti. In un anno un incendio ogni tre giorni. Così il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in audizione in commissione Ecomafie parla dei roghi di rifiuti definendo il fenomeno come un rischio di emergenza nazionale. Maltempo, chiusi ponti sul Secchia in Emilia Romagna. Criticità rossa in regione per rischio esondazioni e frane. Pericoli che hanno richiesto la mobilitazione della protezione civile nazionale sul territorio. Nella città emiliana in via precauzionale oggi non è prevista attività scolastica pomeridiana. Gennaro Serio vince il trentaduesimo premio Calvino. La giuria ha deciso di assegnare il Premio al romanzo di Serio per il coraggioso esperimento meta-letterario condotto nel testo con lingua poliedrica, sulla scia dei modelli cosmopoliti di Vila-Matas e Bolao. Musica. Bruce Springsteen in concerto a Roma nel 2020. Dopo la tappa al Circo Massimo del suo ‘The River Tour 2016’ in cui furono registrate quasi 60 mila presenze, nel 2016, Springsteen – che il 14 giugno uscirà con un nuovo disco di inediti dal titolo Western Stars – l’anno prossimo tornerà a Roma per un grande evento. Lo ha annunciato su facebook l’assessore ai Grandi Eventi di Roma Daniele Frongia. Lotte antimilitarista e ambientalista unite in un corteo. Il 2 giugno, anniversario della nascita della Repubblica, la marcia a Cagliari contro basi, poligoni e commercio di armi organizzata dal movimento pacifista A Foras. Il tema di quest’anno è il mare. Gli organizzatori chiedono che le amministrazioni di Olbia, Cagliari, Siniscola, Bosa e Sant’Antioco, affacciate sul mare, prendano posizione. Blitz dei Carabinieri, per altre due persone obbligo di dimora. Una maxi indagine ha permesso di sgominare un’organizzazione criminale specializzata nel traffico di droga, specialmente cocaina. Tutti sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico nazionale ed internazionale di sostanze stupefacenti o psicotrope. Andrea Soddu, sindaco di Nuoro, il più votato ma Sicilia piglia tutto. Ho sostenuto una competizione elettorale andata benissimo – dice Soddu – sono molto contento del sostegno ricevuto da Nuoro, evidente riconoscimento alla nostra amministrazione, e da tutta la Sardegna. Ha ottenuto 69.511 preferenze, il più votato in Sardegna, ma al momento è fuori dal Parlamento europeo, come tutti i sardi candidati in questa tornata.

 Intervista a Jurijgami – “I talent? Mi hanno chiamato e ho rifiutato perché voglio essere un cantautore” | File Type: audio/mpeg | Duration: 11:38

Jurijgami, la giovane promessa del pop italiano, presente il nuovo singolo “Pietra” in attesa del primo album Pietra è il nuovo singolo della giovane promessa del pop italiano Jurijgami. L’artista, che si contraddistingue per la sua irriverenza e vivacità, si è già fatto conoscere al pubblico con un brano su Christian De Sica. La nuova canzone, che anticipa l’uscita del suo primo disco, vede la produzione di Antonio Chindamo, Nico Odorico e Alessandro Cirone, e la partecipazione del rapper Doro Gjat. Chitarre funky e un arrangiamento catchy caratterizzano Pietra, un cinico racconto di una storia d’amore mai nemmeno iniziata. Jurijgami è un cantautore e chitarrista comasco. A dieci anni trova una chitarra classica abbandonata nella cantina dei nonni e inizia a cercare le prime note imitando il padre, musicista di professione. Cresce a “pane e musica” seguendo il papà tra backstage e palchi di tutta Europa. A sedici anni si iscrive al CPM di Milano, colleziona concerti sia in Italia che all’estero e inizia a scrivere decine di brani. Cinque di questi andranno a comporre il primo Ep ufficiale di Jurijgami, Breve ma incenso, pubblicato il 9 novembre 2018 per Cello Label, etichetta indipendente con sede a Bruxelles. Dall’Ep sono stati estratti due singoli: Christian De Sica, pubblicato nel  giugno 2018, e Tra il tedio e il dolore uscito nell’ottobre 2018. Luca “Doro Gjat” esordisce nel 2007 con il primo album omonimo del suo gruppo, i Carnicats. Vai Fradi è il suo primo album solista, pubblicato nel novembre 2015, con cui ottiene ottimi riscontri di critica e di pubblico. Il rapper sale sul palco del Primo Maggio di Roma nel 2017. Orizzonti Verticali è il suo secondo disco da solista. Dopo un breve tour che tocca tappe importanti come La Piola di Bruxelles e l’Italië Evenement di Utrecht in Olanda, Jurijgami sarà in cartellone 31 maggio al Big Bang Music Fest di Nerviano dividendo il palco con I Rovere, Margherita Vicario e Mox e il 6 luglio all’Eat Sound Festival di Como. ASCOLTA L’INTERVISTA A JURIJGAMI

 Confronto Ghirra-Truzzu al T Hotel di Cagliari | File Type: audio/mpeg | Duration: 2:25:24

Su Unica Radio l’audio integrale del confronto tra i candidati alla carica di sindaco di Cagliari Francesca Ghirra (centrosinistra) e Paolo Truzzu (centrodestra) tenutosi al T Hotel di Cagliari. Si è tenuto sabato 25 maggio al T Hotel il confronto tra i candidati alla carica di sindaco di Cagliari Francesca Ghirra (centrosinistra) e Paolo Truzzu (centrodestra) in vista delle elezioni comunali del prossimo 16 giugno. Il dibattito, moderato dal giornalista Valerio Vargiu è stata l’occasione per un confronto su tematiche inerenti attività economiche e artigianali, turismo e terzo settore.   Sono intervenuti, inoltre, gli esponenti di  Confcommercio, Confartigianato, Movimento Sportivo Popolare Italia e del mondo dell’associazionismo cagliaritano. L’evento è stato organizzato da Winners, associazione apartitica fondata da giovani imprenditori cagliaritani con lo scopo di innovare nel settore della formazione e della creazione di contenuti e buone prassi per le aziende, i professionisti e le pubbliche amministrazioni con proposte di valore che abbiano il carattere dell’unicità e originalità nel territorio. Si propone di sviluppare, accelerare e accrescere le competenze e le idee imprenditoriali, promuovendo la formazione informale, il g

 Diario di tonnara: il docufilm su una tradizione millenaria | File Type: audio/mpeg | Duration: 12:48

Giovanni Zoppeddu racconta su Unica Radio il documentario Diario di tonnara tratto dal libro di Ninni Ravazza  Il francese Raymond Queneau, nei 99 esercizi di stile, racconta la stessa storia, rivisitata ogni volta in uno stile diverso. Giovanni Zoppeddu ha trovato il centesimo modo per raccontare la pesca nelle tonnare. Questo è il migliore e il più poetico. Con queste parole, Ninni Ravazza, autore del libro Diario di Tonnara, ha introdotto la proiezione dell’omonimo documentario al Cinema Greenwich d’Essai di Cagliari, in presenza del regista Giovanni Zoppeddu. La comunità dei pescatori di tonno, in una comunione perfetta tra la scienza empirica della pesca tramandata di generazione in generazione e la propensione al sacro per una pesca svolta insieme un profondo atto di fede. In Diario di Tonnara, il regista e autore Giovanni Zoppeddu restituisce attraverso immagini originali e preziosi filmati d’epoca dell’Istituto Luce Cinecittà (anche produttore della pellicola) quanto riportato da Ninni Ravazza nel suo Diario di Tonnara. Una memoria di circa vent’anni di pesca nelle tonnare siciliane nei panni di sommozzatore. Il documentario racconta la fatica del vivere e il naturale rito di una comunità. Attraverso le tradizionali figure cardine come quella del rais e dei tonnaroti, si snodano vicende e aneddoti preziosi tramite la voce dei protagonisti.Giovanni Zoppeddu affida alla memoria delle immagini la Sicilia della pesca di corsa, raccontandone gli antichi valori. Link alla pagina Facebook del documentario per scoprire le prossime date del tour: Diario di tonnara Ascolta l’intervista a Giovanni Zoppeddu e Ninni Ravazza

 TU (band) – “Giochiamo con la musica come un pittore gioca con i colori” | File Type: audio/mpeg | Duration: 12:49

Sebastiano Forte, chitarrista e cantante dei TU, presenta il nuovo singolo “Vorrei fingere l’orgasmo” Vorrei fingere l’orgasmo, il nuovo singolo dei TU, è una canzone che parla del gioco della vita, dell’amore, di consapevolezza e di finzione. Il duo, formato da Sebastiano Forte e Federico Leo, imposta il brano con raffinate scelte musicali e l’umorismo anglosassone che ha saputo declinare in una nuova originalissima forma. Dopo l’album di esordio Non avrai altro duo all’infuori di, che li ha portati a suonare in tutta Italia, dividendo il palco anche con Calibro 35, Punkreas, Bologna Violenta, Giancane, si dedicano al video producendo la webserie Posiscion TU, analisi settimanale della seconda posizione della classifica dei singoli più venduti in Italia. Inviati speciali per RAI3 al concertone del Primo Maggio 2018, sono chiamati poi con Happy Birthday TU, nuova webserie prodotta da Raiplay, ad omaggiare sempre in chiave comica i più grandi nomi della musica italiana nel giorno del loro compleanno. Sempre per Raiplay e Rai 3 Digital producono Happy Birthday TU Sanremo, video-racconto dell’edizione 2019 del Festival della Canzone Italiana, che diventa il contributo extraSanremese più visto nelle piattaforme Rai e Raiplay Web. Sebastiano Forte nasce clarinettista e diventa suo malgrado chitarrista, polistrumentista eclettico e compositore. Si laurea, come predetto dall’oracolo di Delfi, in psicologia e si masterizza in musicoterapia.Ma la musica dal vivo lo richiama come un elastico ogni volta che se ne allontana. Con i Qbeta ha partecipato a importanti festival nazionali ed internazionali. Con il progetto L.E.D. ha prodotto un disco con distribuzione internazionale, nella versione europea e giapponese. Compone musica per il teatro e per il cinema. Sue composizioni sono state eseguite ed usate come colonne sonore in Europa, Giappone, Stati Uniti. Con il duo “Forte Vs Leo” ha vinto diversi riconoscimenti nazionali. Federico Leo è un batterista troppo jazz per chi suona rock e troppo rock per chi suona jazz. Malgrado questo si è laureato in grafica per distrarre i concorrenti e poi al biennio di Jazz al conservatorio L. Refice di Frosinone. Nel 2008 ha vinto ad Umbria Jazz una borsa di studio per frequentare un anno al Berklee Music College di Boston, cosa che non farà mai.Membro del collettivo romano Franco Ferguson, si è ritrovato a suonare oppure suona ancora con Nidi d’Arac, LEILA, Yuman, LUZ, Gronge, Operaja Criminale, Pasquale Ametrano Cinematic Orchestra, Bottega Glitzer, Valentina Lupi, Stefano Scarfone, Armaud e non solo. ASCOLTA L’INTERVISTA A SEBASTIANO FORTE DEI “TU”

 Intervista a Erika Giuili: “Senza cinema nei video musicali ci sarebbero solo tette e culi” | File Type: audio/mpeg | Duration: 09:37

Erika Giuili presenta la canzone “Ti ho visto chiudere gli occhi” che segna ufficialmente il suo esordio solista Ti ho visto chiudere gli occhi è una canzone estremamente semplice, quasi classicamente cantautorale. Si sente il blues nella voce e l’hip hop nelle soluzioni ritmiche. Il ritornello, molto simile a un mantra, ha una esplicita funzione catartica, quasi ipnotica. Il brano è prodotto artisticamente dal chitarrista e musicista Giorgio Maria Condemi, registrato e mixato da Gianni Istroni e masterizzato da Daniele Sinigallia.  Erika Giuili è una cantante e autrice romana classe ’86. La sua vita artistica è influenzata dagli White Stripes, ma anche da rap e r&b. Nel 2007 ha fondato Milk White, prima progetto solista, poi band garage/blues, con cui ha girato l’Italia e l’Europa, registrato 3 EP e un album prodotto da Cosecomuni, l’etichetta dei romani Velvet. Dopo un anno a Londra e innumerevoli cambi di formazione, nel 2013 la band decide di fermarsi ed Erika si prende una pausa. Sente più vicina a nuovi mondi sonori e qualche anno più tardi riprende a scrivere, questa volta in italiano. I suoi pezzi sono sinceri e diretti, frutto di rabbia e pancia. Erika lavora in studio con Giorgio Maria Condemi (già chitarrista di Motta, Marina Rei, Bottega Glitzer) che, in veste di produttore artistico, trova un’identità sonora che valorizzi la sua voce scura e che concili il suo apparentemente incoerente background di ascolti. ASCOLTA L’INTERVISTA A ERIKA GIUILI

 PGNR: Giovanna Maria Boscani e le forme d’arte tra le carceri sarde | File Type: audio/mpeg | Duration: 19:36

L’artista sassarese racconta su Unica Radio la lavorazione del docufilm PGNR Un viaggio surreale, sorprendente e a tratti malinconico attraverso le carceri sarde: Giovanna Maria Boscani, artista sassarese, e Joe Perrino, musicista cagliaritano, a bordo di una vecchia Ape Piaggio, hanno raggiunto tutte le case circondariali dell’Isola. L’obiettivo? Incontrare i detenuti e farsi affidare storie, ambizioni e sogni sotto forma di ex-voto. Il documentario PGNR (Per Grazia Non Ricevuta) ora cerca fondi per la distribuzione tramite una campagna di crowdfounding. Da Uta a Nuchis, da Bancali a Bad’e Carros passando per Massama, Isili, Alghero e Is Arenas, l’Ape è diventata la casa per disegni, scritti, oggetti realizzati dai carcerati. Questo è il racconto di Per Grazia Non Ricevuta, film documentario attualmente in montaggio, per la regia di Davide Melis e prodotto dalla società cagliaritana Karel. Il film è alla ricerca di sostenitori che supportino la produzione e distribuzione: dal 1 aprile è partita la campagna di crowdfounding insieme a Banca Etica che ha selezionato Per Grazia Non Ricevuta sul bando “Impatto +”, creato per progetti culturali. L’obiettivo di Karel è raggiungere 15 mila euro: si potranno inviare donazioni diverse. Chi farà una donazione al film riceverà un premio come la locandina del documentario autografata dai protagonisti. Come ricompensa è possibile ricevera anche il dvd nel formato semplice o nel cofanetto speciale. Ma è disponibile anche il modello in scala dell’Ape Piaggio decorata a mano dall’artista Giovanna Maria Boscani. Chi farà una donazione speciale sarà menzionato come produttore associato. “Per Grazia Non Ricevuta” è realizzato con il contributo della Regione Sardegna; e il supporto della Fondazione Sardegna Film Commission. Qui il link per la campagna crowdfounding https://www.produzionidalbasso.com/project/per-grazia-non-ricevuta-docufilm/ Ascolta l’intervista a Giovanna Maria Boscani

 Intervista a Fabio Furia – “Il tango sul palco di Civic’Art” | File Type: audio/mpeg | Duration: 10:31

Ai microfoni di Unica Radio il musicista e compositore Fabio Furia parla del concerto “Contemporary Tango”, che lo vedrà sul palcoscenico della Scuola Civica di Musica di San Sperate domani (domenica 26 maggio) alle 19. Un weekend ricco di appuntamenti (con protagonisti Andrea Maulini e Fabio Furia) quello di sabato 25 e domenica 26 maggio per Civic’Art, la rassegna organizzata dalla Scuola Civica di Musica di San Sperate (alla sua seconda edizione), che quest’anno devolve il suo ricavato alla neonata associazione Clean Coast Sardinia. La mattina del 25 alle 11 arriva nel Paese Museo Andrea Maulini, docente universitario e consulente di marketing e comunicazione delle più importanti organizzazioni culturali italiane, per presentare il suo ultimo libro “Comunicare la cultura, oggi”, un volume chiaro, completo e aggiornato dedicato a un settore, quello culturale, in decisa ascesa negli ultimi anni, anche in Italia. Il libro intende approfondire i diversi aspetti della comunicazione, con un focus specifico sui nuovi mezzi: costruire un sistema strategico di comunicazione digital, progettare e valorizzare un sito web, identificare i social più adatti alla propria realtà e utilizzarli al meglio, cercando al tempo stesso di comprenderne gli sviluppi futuri.  Nel pomeriggio di sabato (dalle 15 alle 19) e nella mattinata di domenica (dalle 9.30 alle 13.30), inoltre, Maulini terrà un seminario dal titolo “Le nuove frontiere del social media marketing per la cultura”, aperto a un massimo di 25 partecipanti(contributo di partecipazione 60€). Per informazioni e prenotazioni scrivere a:scuolacivicadisansperate@gmail.com Domenica 26 sarà il tango di Fabio Furia a far danzare idealmente il pubblico della Civic’Art: alle 19 il bandoneonista sardo, affiancato dal pianista Walter Agus, eseguirà le musiche di Piazzolla, Otero, Teruggi, tra gli altri, planando tra passato, presente e futuro condensati in un unico ed insolito viaggio nella storia del tango. “Contemporary Tango” è il nome del progetto che spazia sapientemente tra innovazione e tradizione e improvvisazione. Il risultato è un interessante sintesi tra il mondo sonoro del jazz e quello del Tango Nuevo. Un mèlange di forza e passione, energia e pathos, in cui si riconoscono suggestioni classiche, nel rigore della composizione ispirata all’equilibrio della forma e al contrappunto dei grandi maestri del passato, ma puntando sempre lo sguardo alle avanguardie contemporanee. Uno spettacolo innovativo, nel quale le dimensioni del tempo e

 Unica News del 22 marzo 2019 ore 12.00 | File Type: audio/mpeg | Duration: 1:45

Appuntamento con l’informazione di Unica News. Quattro appuntamenti quotidiani dal lunedì al venerdì alle ore 10,  12, 17 e 19 in onda su Unica Radio Spazio giornaliero dedicato alle ultime notizie del territorio, cronaca, cultura ed eventi culturali. Con Unica News rimani informato su quello accade intorno a te. Unica Radio racconta la città che cambia. In questo appuntamento con l’informazione di Unica News, spazio alla cronaca nazionale e locale, alla cultura e allo sport: Sono 570 le scorte in tutta Italia, con più di 2.000 agenti impiegati. Sono i numeri forniti dal Viminale dei servizi di tutela, sui quali il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha chiesto di approfondire “per evitare che troppi poliziotti siano distratti dai compiti d’istituto”. “Ho chiesto – ha sottolineato Salvini – ai miei uffici un ulteriore approfondimento per tagliare sprechi e inutili privilegi, anche attraverso l’aggiornamento dei livelli di rischio”. Caso Orlandi, il Vaticano autorizza un’indagine interna sul caso Orlandi. Lo rende noto l’avvocato della famiglia, Laura Sgrò, dicendo che la Segreteria di Stato ha “autorizzato l’apertura di indagini” e specificando che gli accertamenti sarebbero legati alle verifiche su una tomba del cimitero teutonico. Il fratello dichiara: “Dopo 35 anni il Vaticano finalmente indaga ufficialmente sulla scomparsa di mia sorella.” La Guardia costiera libica afferma che sta provando a salvare i migranti naufraghi segnalati da Alarm Phone. “Sono in corso sforzi per salvarli”, ha detto il portavoce della Marina libica da cui dipende la Guardia costiera. Il gommone ha a bordo una ventina di persone, tra cui donne e bambini. Secondo quanto riferito dai migranti, otto persone sarebbero disperse e il gommone starebbe imbarcando acqua. Aias, torna la tensione: dieci mesi di stipendi arretrati e dubbi sulle scelte di Solinas. Venerdì dalle 11 alle 13, davanti alla Prefettura di Cagliari, si svolgerà un presidio dei lavoratori Aias.Le ragioni della protesta sono legate al mancato pagamento degli stipendi e alle preoccupazioni di sindacati e lavoratori per la sospensione, disposta dal presidente della Regione Solinas, del progetto Sas Domos. Un sostegno concreto al settore turistico e ricettivo. La Confindustria del Centro nord Sardegna (Sassari, Olbia e Oristano) ha stipulato un doppio accordo con Moby e Tirrenia per garantire coupon-codici di sconto che i clienti utenti finali o, per loro conto, le imprese, potranno utilizzare nei booking Moby e Tirrenia per l’acquisto di biglietti sulle tratte da e per la Sardegna. Olbia, sequestrati 100 esemplari di ricci di mare e due pescatori multati per 1000 euro. MARTEDì gli uomini della Capitaneria di Porto di Olbia hanno ricevuto una segnalazione per presunta pesca abusiva di ricci di mare e di seguito una pattuglia specializzata si è recata sul posto. Il personale, appena giunto in zona, ha sequestrato le ceste di ricci già pescati, i due pescatori professionali disponevano di tutte le autorizzazioni previste, ma un ingente quantitavo risultava largamente sottomisura. A Taormina i bronzi di Francesco Messina. Cinquantotto opere dello scultore Francesco Messina saranno esposte nel Palazzo Ciampoli a Taormina (Messina) da lunedì 15 aprile fino al 15 giugno in una mostra dal titolo “Arte Sicilia Contemporanea, Francesco Messina. Suggestioni ed echi dall’Antica Naxos”. La mostra è dedicata all’assessore regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa, morto nel disastro dell’Ethiopian Airlines. Nuoro capitale del fumetto. L

 Family Festival, al via la quinta edizione | File Type: audio/mpeg | Duration: 3:45

“Wo.Men: gli uomini raccontano di donne supreme”, a Cagliari torna il Family Festival. Spettacoli, dibattiti e concerti per riflettere sul tema della famiglia, della sessualità, sulla lotta alle discriminazioni e sulle politiche di genere. Organizzato dalla compagnia Lucidosottile, prende il via venerdì 24 maggio a Cagliari la quinta edizione del Family Festival.  “Wo.Men: gli uomini raccontano di donne supreme” è il tema scelto dalle direttrici artistiche, nonché Lucide, Tiziana Troja e Michela Sale Musio. Nel corso di una conferenza stampa, hanno anche lanciato la loro proposta alla politica, impegnata nella campagna elettorale in vista delle imminenti elezioni comunali. “Dal 2010 lavoriamo insieme ad altre associazioni nello spazio dell’Ex Liceo Artistico di piazzetta Dettori ma, nonostante le nostre sollecitazioni, con il Comune non si è arrivati ad un accordo duraturo in grado di darci la certezza di poter investire su questo spazio”, hanno spiegato le due attrici. “Non solo: a questa incertezza si aggiunge anche quella costituita dal progetto di ristrutturazione dello stabile, approvato dal Comune. Noi dunque potremmo essere sfrattate da un momento all’altro, senza però sapere dove andare. Per questo chiediamo alla prossima amministrazione di avere una alternativa allo spazio dell’ExArt e di poi poterci proporre per gestire l’Ex Liceo Artistico una volta terminati i lavori”. Alla conferenza stampa è intervenuta anche l’attrice e regista Monica Nappo, che sarà impegnata nel progetto ResidExArt. Insieme all’attrice Gaia Saitta, nello spazio di piazzetta Dettori lavorerà sulla messa in scena dello spettacolo “Ida & Ida”. “Le Lucide ci hanno dato fiducia piena. Qui presenteremo qui la prima tappa di un progetto basata su un libro di Gertrude Stein, mischiando danza, teatro e comicità”. L’ExArt sarà dunque la sede principale della quinta edizione del Family Festival che si aprirà venerdì 24 maggio. A partire dalle 18.30 un aperitivo inaugurale accoglierà artisti e pubblico all’ExArt di piazzetta Dettori. Alle 19 il primo appuntamento, protagonista lo scrittore Fabrizio Cotza, autore del libro “Imprenditori sovversivi” (edizioni FrancoAngeli). Con la sua personale esperienza di consulenza a tantissime donne legate al mondo del lavoro, Cotza analizzerà il mondo delle imprenditrici. Donne di potere che coprono ruoli da sempre riservati all’universo maschile. La sua sarà anche una riflessione sul mondo del lavoro oggi. Gli “imprenditori sovversivi” sono persone che hanno messo in discussione i valori “sacri” del super-lavoro, il bisogno compulsivo di raggiungere obiettivi sempre più grandi, l’identificazione totale con il proprio ruolo professionale. 

 Intervista a The Leading Guy: “Cantare De Andrè con Elisa? L’emozione mi ha fatto tremare le gambe” | File Type: audio/mpeg | Duration: 11:02

The Leading Guy presenta il nuovo album “Twelve Letter” e il suo tributo a Fabrizio de André Il folk, quello ben suonato e cantato, fa parte del DNA di The Leading Guy. Il cantautore in “Twelve Letter” propone un canzoniere folk-pop senza fronzoli ed essenziale. La sua voce graffiante gioca da protagonista in una musicalità intima ed emozionante. Le dodici canzoni che compongono il disco sono scritte con cura e perizia che fanno rivivere l’incanto antico del folk in una chiave fresca e coinvolgente. L’artista ha partecipato all’album “Faber Nostrum”, la raccolta dove la nuova generazione di cantautori italiani interpretano il Maestro Fabrizio De André. Il cantante folk interpreta una versione di “Se ti tagliassero a pezzetti” nuova e con un esemplare rispetto del brano e della melodia. La “sua” canzone è un tributo perfetto realizzato come solo un artigiano musicale di talento può fare. The Leading Guy sceglie, con saggezza, di non imitare il maestro. L’aggressività con cui canta è una scelta d’interpretazione coraggiosa e che raggiunge con successo l’obiettivo: quello di dare nuova linfa a una bellissima canzone che ora può rivivere ancora una volta. Elisa ha scelto proprio The Leading Gay per l’apertura del suo tour. I due artisti, nella data di Genova, hanno duettato insieme nel brano “Preghiera in gennaio” deliziando il pubblico con un’esibizione unica ed emozionante.

 Intervista a Lorenzo Luporini: “vi presento mio nonno, Giorgio Gaber” | File Type: audio/mpeg | Duration: 23:37

Celebriamo gli ottant’anni dalla nascita di Gaber al telefono con Lorenzo Luporini, l’erede del Signor G Lorenzo Luporini  ̶  classe ’95  ̶  è, insieme alla madre Dalia Gaberščik, uno dei discendenti diretti del monumentale Signor G e di Ombretta Colli. Intervistato dai microfoni di Unica Radio, ha parlato del suo lavoro di divulgazione e valorizzazione della figura e dell’opera di Giorgio Gaber, prevalentemente rivolta alle fasce di pubblico più giovani, che da un po’ di anni lo vede impegnato insieme con la Fondazione Giorgio Gaber, di cui fa parte, la quale prosegue nell’attività portata avanti dall’omonima Associazione Culturale nata all’indomani della scomparsa dell’artista. Attraverso rievocazioni intime che alternano momenti di grande tenerezza a situazioni di intrattenimento goliardico, riviviamo, per il tramite del nipote, Gaber: una delle personalità più brillanti del panorama teatrale e musicale italiano del secondo dopoguerra. A ottant’anni dalla sua nascita avvenuta il 25 gennaio 1939, in via Londonio 28, a Milano  ̶ a pochi passi dalla celebre sede milanese della Rai che, solo vent’anni più tardi, lo avrebbe lanciato come interprete di Rock’n’Roll insieme con Mina e Celentano, con la trasmissione “Il Musichiere”  ̶ e a sedici dalla sua prematura scomparsa, Gaber rimane l’esempio di un artista trasversale, poliedrico, profetico, provocatorio e latamente politico come non ne esistono più. L’inventore del teatro-canzone che è riuscito a sconfiggere il demone del tempo che passa, rimanendo per sempre impresso nella memoria di chi ha avuto l’enorme privilegio di vederlo esibirsi, e immortale rimarrà nelle incisioni delle targhe affisse nelle sale o nelle piazze che gli sono state dedicate in varie città. La sua capacità di essere leggero nell’affrontare i temi pesanti dell’esistenza, di innescare una flebile presa di consapevolezza mentre incanta e inebria il pubblico con le sue contorsioni fisiche, le sue musiche, le sue parole a tratti pungenti e ad altri accomodanti, hanno reso Gaber capace di arrivare fino ai giorni nostri ed essere più attuale che mai. Scoprire, insieme a Lorenzo, un Gaber-nonno dolce e premuroso nella vita di tutti i giorni, dà conferma, a chi Gaber lo ha conosciuto, della dimensione di uomo perbene che era ed è un utile tassello per i più giovani affinché si avvicinino a lui consapevoli del gigante che è stato: un artista a tuttotondo di cui tuttora, nonostante l’immenso patrimonio artistico che attraversa vecchie e nuove generazioni, resta una grande nostalgia. ASCOLTA L’INTERVISTA!  

 Nino Manfredi: l’eroe positivo della commedia all’italiana | File Type: audio/mpeg | Duration: 10:06

A quindici anni dalla scomparsa di Nino Manfredi esce nelle librerie il saggio di Alessandro Ticozzi Nino Manfredi, l’eroe positivo della commedia all’italiana è il titolo del saggio di Alessandro Ticozzi, edito da Senso Inverso. Il lavoro è centrato sulle interpretazioni cinematografiche più significative del grande attore ciociaro. Il saggio vede la prefazione di Gianni Canova, (critico cinematografico, storico del cinema, autore televisivo, direttore artistico e accademico italiano). In chiusa, invece, è presente un intervista al figlio Luca Manfredi, anche lui nel mondo del cinema come regista e sceneggiatore. Nino Manfredi ha dato lustro al cinema italiano, e non solo, elevando la commedia insieme a interpreti come interpreti come Sordi, Gassman e Tognazzi. Facile ricordarlo anche per il suo forte legame alle sue origini ciociare, recitando spesso in dialetto a teatro e sul grande schermo. Tra i film che possiamo ricordare troviamo L’audace colpo dei soliti ignoti (1959) di Nanni Loy, e interpretazioni magistrali come in L’impiegato (1960) di Gianni Puccini, Made in italy (1965) sempre di Loy, Nell’anno del Signore (1969) di Luigi Magni o l’indimenticabile Operazione San Gennaro (1966) di cui è anche sceneggiatore, con la regia di Dino Risi dove lo vediamo al fianco di Totò, senza dimenticare il suo ruolo di Geppetto nella serie televisiva Le avventure di Pinocchio (1972) di Luigi Comencini. I temi trattati da Alessandro spaziano tra cinema, teatro, televisione e musica leggera, il materiale raccolto fornisce parecchi spunti per saggi monografici che ormai sviluppa da molti anni a questa parte. Prima di questo su Nino Manfredi di prossima uscita, nella bibliografia di Alessandro troviamo lavori su Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Arnoldo Foà, Alberto Lattuada, Mario Monicelli, Dino Risi, Luigi Comencini, Enrico Maria Salerno, Tomas Milian e i tre tenori televisivi Mike Bongiorno, Corrado e Raimondo Vianello. L’autore Alessandro Ticozzi è anche autore de L’inviato dalla rete, un progetto editoriale composto di due volumi. Il primo nel 2013 con prefazione di Enrico Vaime, premiato con una menzione di merito al 2° Premio Internazionale Salvatore Quasimodo organizzato da Aletti Editore. Il secondo volume è edito nel 2015 con prefazione di Pino Strabioli. I due volumi raccolgono articoli e interviste precedentemente pubblicate on line. Il progetto si concluderà con un terzo in uscita con tutta probabilità nel prossimo anno. http://www.edizionisensoinverso.it/# Ascolta l’intervista

Comments

Login or signup comment.