Unica Radio Podcast show

Unica Radio Podcast

Summary: Radio degli studenti universitari di Cagliari. Mission del media è raccontare il movimento culturale e la città nei suoi molteplici aspetti

Join Now to Subscribe to this Podcast

Podcasts:

 Manga Do – Igort e la via del manga. | File Type: audio/mpeg | Duration: 17:49

Manga Do: il documentario sulla poetica dell’autore sardo raccontato su Unica Radio dal regista Domenico Distilo Il regista Domenico Distilo ci racconta la lavorazione del docufilm Manga Do – Igort e la via del manga. Il film verrà proiettato martedì 11 giugno al cinema Alkestis di Cagliari, in Via Loru. Dopo il primo volume dei Quaderni Giapponesi, il “documentario” a fumetti sul primo viaggio in Giappone, Igort percorre ancora una volta il sentiero della Manga Do (la “Via del Manga”). A differenza del primo viaggio, ora a seguirlo dietro la cinepresa c’è il regista Domenico Distilo. L’autore, equipaggiato di quaderni, matita e acquerelli propone i racconti delle sue esperienze tracciando su carta una lunga serie di paesaggi, aneddoti oltre che una ricchissima galleria di personaggi incontrati. Da Tokyo a Nagoya, dalla penisola del Kii fino ad Izumo e a Hiroshima, Igort è accompagnato anche dall’amico fotografo Giovanni Piliarvu. I due propongono un’affascinante analisi dei loro sguardi sul mondo. Sguardi differenti, ma uniti da un solo obbiettivo. L’impegno a raccontare e preservare il tempo e la memoria. Il film ha l’intento di condurre lo spettatore alla scoperta di un percorso volto a trasformare un metodo, il racconto disegnato, in un esercizio di raffinamento interiore. In questo affascinante viaggio e nella bellezza dei luoghi attraversati è concentrato il cuore dell’opera di Igort, Quaderni Giapponesi/volume secondo di cui il documentario racconta la lavorazione. Igort e Distilo Domenico Distilo è diplomato in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. Con Igort ha lavorato già nel 2013 nel documentario Igort, il paesaggio segreto, dove racconta come l’autore ha svolto la ricerca del materiale per una trilogia di graphic novel sull’Unione Sovietica e l’evoluzione del rapporto dell’artista stesso con il racconto per immagini. Igort, classe 1958, è regista, fumettista e romanziere dalla notevole produzione artistica. Attualmente è nelle librerie con la graphic novel Kokoro di recente uscita e già alla seconda ristampa Segui il link per sapere di più su Manga Do http://www.movieday.it/movie/index?movie_id=1126 Ascolta l’intervista

 “Rock and Bol Metal Festival”: ce lo racconta Emiliano Boeddu | File Type: audio/mpeg | Duration: 6:52

A luglio torna il “Rock and Bol Metal Festival” di Bolotona: l’appuntamento annuale per gli amanti della musica rock e metal Reduce del successo ottenuto negli anni precedenti e specialmente nell’ultima edizione, che ha coinvolto migliaia di persone e la band americana Cannibal Corpse, alla soglia della sua XII edizione il Rock and Bol Metal Festival raddoppia gli appuntamenti. Partirà quindi il 26 luglio e proseguirà fino al 27 quello che è stato consacrato come l’evento più atteso dell’estate per gli amanti del genere; capace di diventare un punto di riferimento importante tanto per gli isolani quanto per gli amatori che provengono da tutto lo stivale. Certamente, le bellezze naturalistiche che fanno da cornice alle bands contribuiscono a rendere il Rock and Bol Metal Festival suggestivo e capace di un coinvolgimento di ampio respiro, inserendo Bolotona nei cartelloni delle più importanti metal bands del mondo e facendola emergere rispetto al resto delle manifestazioni musicali isolane. Nato come semplice festival musicale indipendente nell’ormai lontano 2007  ̶   grazie ad alcuni giovani abitanti di Bolotona che hanno sentito l’urgenza di creare qualcosa di diverso e innovativo per il proprio centro abitato e che al tempo stesso fosse capace di dare sfogo alle loro passioni ed esigenze  ̶  , la manifestazione si è ben presto evoluta in qualcosa di più importante a partire dal 2011, l’anno della svolta, che ha portato sul palco gruppi del calibro de i Sepoltura, band brasiliana, passando per gli Overkill e gli Exodus (entrambi provenienti dagli Stati Uniti) tratteggiando per le edizioni a venire la linea musicale estrema e l’alto tenore artistico degli ospiti, oramai divenuto una conferma. Tanta passione, l’autofinanziamento e l’appoggio dell’intero paese hanno concorso a trasformare quello che sembrava solo il sogno di alcuni giovani in un appuntamento fisso, che quest’anno vedrà esibire i Marduk – storica band black svedese –  e i Jinger – band metalcore ucraina – sul palco di Bolotona, nella loro unica data italiana; non prima comunque che lo stesso sia “scaldato” da cinque bands sarde, tra le più importanti dell’isola, che hanno superato la selezione per aprire la XII edizione del Rock and Bol Metal Festival. Raggiunto dai microfoni di Unica Radio, ci racconta il festival Emiliano Boeddu, uno degli organizzatori e fautori di questo imperdibile appuntamento musicale! ASCOLTA L’INTERVISTA!

 Angelo Maggi, Nastro d’Argento, si racconta su Unica Radio | File Type: audio/mpeg | Duration: 14:11

Angelo Maggi racconta su Unica Radio i retroscena  del doppiaggio Un genio, miliardario, playboy, filantropo… …magari! Parola di Angelo Maggi. L’inconfondibile voce italiana dell’Iron Man cinematografico, attualmente sugli schermi e interpretato da Robert Downey Jr, è stato nostro ospite al telefono. Il doppiaggio sulla pellicola Stanlio & Ollio al quale Maggi ha prestato la voce a Steve Coogan, inteprete sulla scena di Stan Laurel, è valso ad Angelo Maggi il Nastro d’Argento al miglior doppiaggio. Un riconoscimento prestigioso, assegnato dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani, che in questa categoria non era più stato assegnato da ben undici anni. Insieme a lui, il collega Simone Mori, partner in sala di doppiaggio e voce di Oliver Hardy, interpretato da John C. Reilly. La pellicola diretta da Jon S. Baird è un adattamento del libro Laurel & Hardy – The British Tours di ‘A.J.’ Marriot, e narra le vicende del duo comico alle prese col loro tour teatrale del 1953, i momenti di difficoltà. Il doppiatore, ha raccontato le sue esperienze al microfono durante la lavorazione di pellicole quali Iron Man o Tropic Thunder, dando la voce al suddetto Downey Jr, in un ruolo sui generis: l’attore americano, in questo caso, interpreta un attore australiano che interpreta un soldato afroamericano. Ma anche The Terminal di Steven Spielberg, dove Maggi è la voce italiana di Tom Hanks nell’unico ruolo di un cittadino straniero di cui nessuno conosce la lingua e che per una serie di drammatiche vicissitudini, rimane senza patria e “prigioniero” di un aeroporto. Tra i tanti, Maggi è voce italiana anche dell’iconico e pingue commissario Clancy Winchester di Springfield, tra i comprimari della serie animata The Simpsons. Un personaggio che ripropone anche durante lo show che porta in teatro: Il doppiAttore durante i quali offre al pubblico una lunga carrellata dei ruoli interpretati e non, e prove di doppiaggio dal vivo. Link per seguire Angelo Maggi su Instagram https://www.instagram.com/angelomaggiofficial/?hl=it Ascolta l’intervista

 Intervista a Federico Porcedda: “Elini Paese Museo valorizza il territorio” | File Type: audio/mpeg | Duration: 8:45

L’archeologo Federico Porcedda presenta il progetto Elini Paese Museo, iniziativa che ha preso il via lo scorso 25 maggio e che terminerà sabato 8 giugno con una conferenza Si avvia alla conclusione la prima edizione del progetto Elini Paese Museo, iniziativa portata avanti dal comune di Elini, con il contributo della Fondazione di Sardegna. L’archeologo e project manager dell’evento, Federico Porcedda, ha spiegato ai nostri microfoni i dettagli dell’iniziativa. Sabato 8 giugno, a partire dalle 9.30, nei locali del centro polifunzionale del piccolo comune ogliastrino, sarà possibile partecipare alla conferenza conclusiva del progetto, che ha visto protagonisti, nei giorni scorsi, non solo professionisti del settore culturale, ma anche rappresentanti del mondo imprenditoriale elinese e i bambini della scuola primaria di Elini. Elini Paese Museo intende portare avanti attività di sviluppo della comunità locale, prevedendo una serie di iniziative legate a cultura, turismo, sviluppo sostenibile e networking, con il fine ultimo di creare un paese museo, contrastando lo spopolamento e valorizzando i piccoli centri della Sardegna centrale. Il museo è, per definizione, un contenitore di opere aventi un certo interesse scientifico culturale. Perciò la comunità, il suo tessuto urbano, le tradizioni e l’ambiente creano una collezione permanente che dà vita ad un “museo a cielo aperto”. Con le attività legate ad Elini Paese Museo, si vuole proporre una lettura della complessità storica del paese, puntando ad un processo di rigenerazione urbana. Lo scopo del progetto, che vede coinvolti l’amministrazione comunale di Elini, con il finanziamento della Fondazione di Sardegna, e la partnership dell’Università di Cagliari, Granada e altri enti pubblici e privati, insieme con architetti, artisti, archivisti e grafici, è quello di leggere, con gli strumenti propri dell’archeologia, le tracce della storia globale di un centro “minore”, valorizzandole attraverso percorsi di conoscenza condivisi con la comunità locale e con riformulazioni e proposte artistiche e rigenerative. Elini Paese Museo rientra tra le attività di sviluppo della comunità locale e prevede una serie di iniziative legate a cultura, turismo, sviluppo sostenibile e networking con il fine ultimo di creare una vetrina, contrastando lo spopolamento e valorizzando i piccoli centri della Sardegna centrale. Il progetto rientra tra le mission dell’archeologia pubblica con una prospettiva di rigenerazione urbana e progettazione artistica e di sviluppo locale, avviato nel comune di Elini. Elini Paese Museo ha preso avvio lo scorso 25 maggio con una conferenza di presentazione presso il centro polifunzionale, seguita da una passeggiata trasversale lungo le vie del piccolo borgo ogliastrino. Lo scorso 3 giugno, invece, si è svolto “Elini paese museo KIDS”, in cui i bambini della scuola p

 Feel the vibe la selezione mixata del 1 giugno 2019 | File Type: audio/mpeg | Duration: 1:02:23

La musica del momento mixata in onda su Unica Radio. Appuntamento del 1 giugno 2019. Feel The Vibe in onda il sabato alle 14, in replica alle ore 20 e domenica alle ore 18. La playlist di Feel The Vibe del 1 giugno 2019 selezionata da Ziani Jay. Il programma di intrattenimento musicale del weekend di Unica Radio è Feel The Vibe. Una playlist con brani dance e pop del presente e del passato condotto da Ziani Jay. Un’ora di musica remix, e un a selezione curata di disco revival. Una programmazione musicale attenta e curata anche alle nuove uscite musicali. DJ Khaled feat. SZA – Just Us David Guetta feat. RAYE – Stay (Don’t Go Away) Lewis Capaldi – Someone You Loved (Future Humans Remix) (Future Humans Remix Anne-Marie – Ciao Adios (Burak Yeter Remix) VIZE feat. Laniia – Stars Avicii – Hey Brother Alvaro Soler – La Libertad (Luka J Master & Carlo M Bootleg Remix) Alle Farben & RHODES – H.O.L.Y. (Plastik Funk Remix) J-AX – Ostia lido Faithless – Insomnia 2.0 (Avicii Extended Remix) (Avicii Remix) Takagi & Ketra, OMI, Giusy Ferreri – JAMBO Irene Grandi – Bruci la città The Avener – Beautiful (feat. Bipolar Sunshine) Axwell – Center Of The Universe (Remode) (Official) Billie Eilish – Bad Guy (Tiësto’s Big Room Remix) Maroon 5 x Alesso – This Summer (Maroon 5 vs. Alesso) ROSALIA & J Balvin – Con Altura (Da Phonk Club Edit) Steve Aoki, Alan Walker feat. ISÁK – Are You Lonely Potrai riascoltare il podcast sul sito di Unica Radio oppure scaricando l’App. Scarica l’APP ufficiale o aggiorna il tuo dispositivo, è gratis! Porta sempre con te la buona musica.

 Location Manager: l’Indiana Jones dei set cinematografici | File Type: audio/mpeg | Duration: 28:01

Gennaro Aquino su Unica Radio racconta i retroscena del mestiere di Location Manager Ormai professionista da diversi anni Gennaro Aquino racconta ai microfoni di Unica Radio quali sono i doveri e le competenze del location manager. Una professione che in Italia sta osservando una forte crescita, ma oltreoceano è consolidata da diverso tempo. Quella del location manager è senz’altro una professione più che affascinante e Aquino ne racconta i dettagli soffermandosi sui particolari. Numerosi sono gli esempi anche pratici con riferimenti a esperienze sui set delle pellicole per le quali ha lavorato come ad esempio il Racconto dei racconti di Matteo Garrone. Dalla pre-preparazione sulla base di ambienti scritti in sceneggiatura, alla ricerca concreta sul campo, delle location. Vero e proprio momento in cui il location manager si trasforma in un ideale Indiana Jones. La ricerca è finalizzata a individuare le ambientazioni più simili possibile a quelle proposte in sceneggiatura, ma con un forte attenzione alle possibilità logistiche e finanziare della produzione. Ma anche gestire i permessi con la polizia locale, la gestione del traffico, la sicurezza sull’ambiente di lavoro, la convivenza con i cittadini e le autorità locali. Il fine è quello di realizzare serenamente lo svolgimento delle riprese e ridurre al minimo le eventuali conseguenze dell’impatto della produzione sull’ambiente. Gennaro Aquino, attualmente, è impegnato in un set altrettanto suggestivo e fiabesco come quello de Il Racconto dei Racconti, vale a dire, Pinocchio di Matteo Garrone, di cui recentemente l’uscita è stata anticipata per Natale 2019. Le location principali vedono protagoniste la Toscana, il Lazio e la Puglia. Link per seguire Diari di Cineclub Ascolta l’intervista a Gennaro Aquino

 Il Xavier di Jo Coda ritorna a Cagliari | File Type: audio/mpeg | Duration: 9:33

Intervista al regista cagliaritano Giovanni “Jo” Coda a seguito della proiezione di Xavier al May Mask di Cagliari Il May Mask di Cagliari ha ospitato Giovanni “Jo” Coda e il suo cortometraggio Xavier. L’opera di appena 8 minuti ha riscontrato ancora una volta il successo del pubblico, toccando le più profonde corde dell’animo. Il 20 aprile 2017 un attentato terroristico presso gli Champs-Elysées segnò la morte di Xavier Jugelé, vittima di una raffica di mitra, sotto gli occhi di centiaia di testimoni. Il giovane poliziotto vittima dell’attentato, lascia così il suo partner nella vita Etienne Cardiles. I sogni infranti e le vite incompiute vibrano con forza nella lettera che Etienne dedica a Xavier e legge pubblicamente durante i funerali di Stato. Da questo drammatico evento nasce il cortomentraggio Xavier. Il progetto Xavier ha navigato in lungo e in largo in tutto il mondo: la Premiere Mondiale All Out On Film di Atlanta, le selezioni di Cardiff, Seattle, Firenze e Napoli. Il New Renaissance Film Festival di Amsterdam il prestigioso Columbus International Film and Animation Festival il più antico Festival americano dedicato al cinema. Il Show me Justice Film Festival dell’Università Centrale del Missouri di Warresburg, il Des Images Aux Mots LGBT Film Festival di Toulouse. Queste sono solo alcune delle tappe del di Xavier. Dopo oltre quaranta official selections in tutto il mondo e numerosi riconoscimenti da parte dei più prestigiosi festival cinematografici riapproda nel capoluogo sardo. Il May Mask, al servizio della cultura, delle arti e dello spettacolo, ha ospitato la proiezione di Xavier, successivo dibattito che ha visto il regista accettare la candidatura per la lista di Francesca Ghirra alle prossime elezioni comunali, ma non solo. In chiusura di serata, il palco è stato dominato da Gianni Dettori artista a tutto tondo con il quale Giovanni Coda collabora da quasi vent’anni. L’ultima collaborazione tra Dettori e Coda risale appunto a Mark’s Diary del 2019, cortometraggio improntato sul tema del sesso e disabilità. Il cortometraggio girato a Cagliari e interpretato dall’attore francese Thomas Grascouer e dal performer Marco Casoli, con le musiche di Cosimo Morleo. Andrea Andrillo, Arnaldo Pontis, e prodotto da Associazione Aclabor e Atlantis Moon Productions Pagina Facebook di Xavier di Giovanni Coda https://www.facebook.com/Xavier-un-film-di-Giovanni-Coda-869849556500824/

 Unica News del 29 maggio 2019 ore 12.00 | File Type: audio/mpeg | Duration: 5:57

Appuntamento con l’informazione di Unica News del 29 maggio 2019. Quattro appuntamenti quotidiani dal lunedì al venerdì alle ore 10,  12, 17 e 19 in onda su Unica Radio Spazio giornaliero dedicato alle ultime notizie del territorio, cronaca, cultura ed eventi culturali con Unica News del 29 maggio 2019. Con Unica News rimani informato su quello accade intorno a te. Unica Radio racconta la città che cambia. In questo appuntamento con l’informazione di Unica News, spazio alla cronaca nazionale e locale, alla cultura e allo sport: La professoressa sospesa rientrata a scuola. Il provvedimento dell’ufficio scolastico provinciale per non aver vigilato su una ricerca in cui gli alunni hanno accostato le leggi razziali del ’38 al decreto sicurezza di Salvini. Oggi è una bellissima giornata – dice – sono felicissima di rientrare a scuola con i miei alunni. Gli alunni le hanno donato una rosa rossa per ogni giorno di sospensione. Rifiuti. In un anno un incendio ogni tre giorni. Così il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in audizione in commissione Ecomafie parla dei roghi di rifiuti definendo il fenomeno come un rischio di emergenza nazionale. Maltempo, chiusi ponti sul Secchia in Emilia Romagna. Criticità rossa in regione per rischio esondazioni e frane. Pericoli che hanno richiesto la mobilitazione della protezione civile nazionale sul territorio. Nella città emiliana in via precauzionale oggi non è prevista attività scolastica pomeridiana. Gennaro Serio vince il trentaduesimo premio Calvino. La giuria ha deciso di assegnare il Premio al romanzo di Serio per il coraggioso esperimento meta-letterario condotto nel testo con lingua poliedrica, sulla scia dei modelli cosmopoliti di Vila-Matas e Bolao. Musica. Bruce Springsteen in concerto a Roma nel 2020. Dopo la tappa al Circo Massimo del suo ‘The River Tour 2016’ in cui furono registrate quasi 60 mila presenze, nel 2016, Springsteen – che il 14 giugno uscirà con un nuovo disco di inediti dal titolo Western Stars – l’anno prossimo tornerà a Roma per un grande evento. Lo ha annunciato su facebook l’assessore ai Grandi Eventi di Roma Daniele Frongia. Lotte antimilitarista e ambientalista unite in un corteo. Il 2 giugno, anniversario della nascita della Repubblica, la marcia a Cagliari contro basi, poligoni e commercio di armi organizzata dal movimento pacifista A Foras. Il tema di quest’anno è il mare. Gli organizzatori chiedono che le amministrazioni di Olbia, Cagliari, Siniscola, Bosa e Sant’Antioco, affacciate sul mare, prendano posizione. Blitz dei Carabinieri, per altre due persone obbligo di dimora. Una maxi indagine ha permesso di sgominare un’organizzazione criminale specializzata nel traffico di droga, specialmente cocaina. Tutti sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico nazionale ed internazionale di sostanze stupefacenti o psicotrope. Andrea Soddu, sindaco di Nuoro, il più votato ma Sicilia piglia tutto. Ho sostenuto una competizione elettorale andata benissimo – dice Soddu – sono molto contento del sostegno ricevuto da Nuoro, evidente riconoscimento alla nostra amministrazione, e da tutta la Sardegna. Ha ottenuto 69.511 preferenze, il più votato in Sardegna, ma al momento è fuori dal Parlamento europeo, come tutti i sardi candidati in questa tornata.

 Intervista a Jurijgami – “I talent? Mi hanno chiamato e ho rifiutato perché voglio essere un cantautore” | File Type: audio/mpeg | Duration: 11:38

Jurijgami, la giovane promessa del pop italiano, presente il nuovo singolo “Pietra” in attesa del primo album Pietra è il nuovo singolo della giovane promessa del pop italiano Jurijgami. L’artista, che si contraddistingue per la sua irriverenza e vivacità, si è già fatto conoscere al pubblico con un brano su Christian De Sica. La nuova canzone, che anticipa l’uscita del suo primo disco, vede la produzione di Antonio Chindamo, Nico Odorico e Alessandro Cirone, e la partecipazione del rapper Doro Gjat. Chitarre funky e un arrangiamento catchy caratterizzano Pietra, un cinico racconto di una storia d’amore mai nemmeno iniziata. Jurijgami è un cantautore e chitarrista comasco. A dieci anni trova una chitarra classica abbandonata nella cantina dei nonni e inizia a cercare le prime note imitando il padre, musicista di professione. Cresce a “pane e musica” seguendo il papà tra backstage e palchi di tutta Europa. A sedici anni si iscrive al CPM di Milano, colleziona concerti sia in Italia che all’estero e inizia a scrivere decine di brani. Cinque di questi andranno a comporre il primo Ep ufficiale di Jurijgami, Breve ma incenso, pubblicato il 9 novembre 2018 per Cello Label, etichetta indipendente con sede a Bruxelles. Dall’Ep sono stati estratti due singoli: Christian De Sica, pubblicato nel  giugno 2018, e Tra il tedio e il dolore uscito nell’ottobre 2018. Luca “Doro Gjat” esordisce nel 2007 con il primo album omonimo del suo gruppo, i Carnicats. Vai Fradi è il suo primo album solista, pubblicato nel novembre 2015, con cui ottiene ottimi riscontri di critica e di pubblico. Il rapper sale sul palco del Primo Maggio di Roma nel 2017. Orizzonti Verticali è il suo secondo disco da solista. Dopo un breve tour che tocca tappe importanti come La Piola di Bruxelles e l’Italië Evenement di Utrecht in Olanda, Jurijgami sarà in cartellone 31 maggio al Big Bang Music Fest di Nerviano dividendo il palco con I Rovere, Margherita Vicario e Mox e il 6 luglio all’Eat Sound Festival di Como. ASCOLTA L’INTERVISTA A JURIJGAMI

 Confronto Ghirra-Truzzu al T Hotel di Cagliari | File Type: audio/mpeg | Duration: 2:25:24

Su Unica Radio l’audio integrale del confronto tra i candidati alla carica di sindaco di Cagliari Francesca Ghirra (centrosinistra) e Paolo Truzzu (centrodestra) tenutosi al T Hotel di Cagliari. Si è tenuto sabato 25 maggio al T Hotel il confronto tra i candidati alla carica di sindaco di Cagliari Francesca Ghirra (centrosinistra) e Paolo Truzzu (centrodestra) in vista delle elezioni comunali del prossimo 16 giugno. Il dibattito, moderato dal giornalista Valerio Vargiu è stata l’occasione per un confronto su tematiche inerenti attività economiche e artigianali, turismo e terzo settore.   Sono intervenuti, inoltre, gli esponenti di  Confcommercio, Confartigianato, Movimento Sportivo Popolare Italia e del mondo dell’associazionismo cagliaritano. L’evento è stato organizzato da Winners, associazione apartitica fondata da giovani imprenditori cagliaritani con lo scopo di innovare nel settore della formazione e della creazione di contenuti e buone prassi per le aziende, i professionisti e le pubbliche amministrazioni con proposte di valore che abbiano il carattere dell’unicità e originalità nel territorio. Si propone di sviluppare, accelerare e accrescere le competenze e le idee imprenditoriali, promuovendo la formazione informale, il g

 Diario di tonnara: il docufilm su una tradizione millenaria | File Type: audio/mpeg | Duration: 12:48

Giovanni Zoppeddu racconta su Unica Radio il documentario Diario di tonnara tratto dal libro di Ninni Ravazza  Il francese Raymond Queneau, nei 99 esercizi di stile, racconta la stessa storia, rivisitata ogni volta in uno stile diverso. Giovanni Zoppeddu ha trovato il centesimo modo per raccontare la pesca nelle tonnare. Questo è il migliore e il più poetico. Con queste parole, Ninni Ravazza, autore del libro Diario di Tonnara, ha introdotto la proiezione dell’omonimo documentario al Cinema Greenwich d’Essai di Cagliari, in presenza del regista Giovanni Zoppeddu. La comunità dei pescatori di tonno, in una comunione perfetta tra la scienza empirica della pesca tramandata di generazione in generazione e la propensione al sacro per una pesca svolta insieme un profondo atto di fede. In Diario di Tonnara, il regista e autore Giovanni Zoppeddu restituisce attraverso immagini originali e preziosi filmati d’epoca dell’Istituto Luce Cinecittà (anche produttore della pellicola) quanto riportato da Ninni Ravazza nel suo Diario di Tonnara. Una memoria di circa vent’anni di pesca nelle tonnare siciliane nei panni di sommozzatore. Il documentario racconta la fatica del vivere e il naturale rito di una comunità. Attraverso le tradizionali figure cardine come quella del rais e dei tonnaroti, si snodano vicende e aneddoti preziosi tramite la voce dei protagonisti.Giovanni Zoppeddu affida alla memoria delle immagini la Sicilia della pesca di corsa, raccontandone gli antichi valori. Link alla pagina Facebook del documentario per scoprire le prossime date del tour: Diario di tonnara Ascolta l’intervista a Giovanni Zoppeddu e Ninni Ravazza

 TU (band) – “Giochiamo con la musica come un pittore gioca con i colori” | File Type: audio/mpeg | Duration: 12:49

Sebastiano Forte, chitarrista e cantante dei TU, presenta il nuovo singolo “Vorrei fingere l’orgasmo” Vorrei fingere l’orgasmo, il nuovo singolo dei TU, è una canzone che parla del gioco della vita, dell’amore, di consapevolezza e di finzione. Il duo, formato da Sebastiano Forte e Federico Leo, imposta il brano con raffinate scelte musicali e l’umorismo anglosassone che ha saputo declinare in una nuova originalissima forma. Dopo l’album di esordio Non avrai altro duo all’infuori di, che li ha portati a suonare in tutta Italia, dividendo il palco anche con Calibro 35, Punkreas, Bologna Violenta, Giancane, si dedicano al video producendo la webserie Posiscion TU, analisi settimanale della seconda posizione della classifica dei singoli più venduti in Italia. Inviati speciali per RAI3 al concertone del Primo Maggio 2018, sono chiamati poi con Happy Birthday TU, nuova webserie prodotta da Raiplay, ad omaggiare sempre in chiave comica i più grandi nomi della musica italiana nel giorno del loro compleanno. Sempre per Raiplay e Rai 3 Digital producono Happy Birthday TU Sanremo, video-racconto dell’edizione 2019 del Festival della Canzone Italiana, che diventa il contributo extraSanremese più visto nelle piattaforme Rai e Raiplay Web. Sebastiano Forte nasce clarinettista e diventa suo malgrado chitarrista, polistrumentista eclettico e compositore. Si laurea, come predetto dall’oracolo di Delfi, in psicologia e si masterizza in musicoterapia.Ma la musica dal vivo lo richiama come un elastico ogni volta che se ne allontana. Con i Qbeta ha partecipato a importanti festival nazionali ed internazionali. Con il progetto L.E.D. ha prodotto un disco con distribuzione internazionale, nella versione europea e giapponese. Compone musica per il teatro e per il cinema. Sue composizioni sono state eseguite ed usate come colonne sonore in Europa, Giappone, Stati Uniti. Con il duo “Forte Vs Leo” ha vinto diversi riconoscimenti nazionali. Federico Leo è un batterista troppo jazz per chi suona rock e troppo rock per chi suona jazz. Malgrado questo si è laureato in grafica per distrarre i concorrenti e poi al biennio di Jazz al conservatorio L. Refice di Frosinone. Nel 2008 ha vinto ad Umbria Jazz una borsa di studio per frequentare un anno al Berklee Music College di Boston, cosa che non farà mai.Membro del collettivo romano Franco Ferguson, si è ritrovato a suonare oppure suona ancora con Nidi d’Arac, LEILA, Yuman, LUZ, Gronge, Operaja Criminale, Pasquale Ametrano Cinematic Orchestra, Bottega Glitzer, Valentina Lupi, Stefano Scarfone, Armaud e non solo. ASCOLTA L’INTERVISTA A SEBASTIANO FORTE DEI “TU”

 Intervista a Erika Giuili: “Senza cinema nei video musicali ci sarebbero solo tette e culi” | File Type: audio/mpeg | Duration: 09:37

Erika Giuili presenta la canzone “Ti ho visto chiudere gli occhi” che segna ufficialmente il suo esordio solista Ti ho visto chiudere gli occhi è una canzone estremamente semplice, quasi classicamente cantautorale. Si sente il blues nella voce e l’hip hop nelle soluzioni ritmiche. Il ritornello, molto simile a un mantra, ha una esplicita funzione catartica, quasi ipnotica. Il brano è prodotto artisticamente dal chitarrista e musicista Giorgio Maria Condemi, registrato e mixato da Gianni Istroni e masterizzato da Daniele Sinigallia.  Erika Giuili è una cantante e autrice romana classe ’86. La sua vita artistica è influenzata dagli White Stripes, ma anche da rap e r&b. Nel 2007 ha fondato Milk White, prima progetto solista, poi band garage/blues, con cui ha girato l’Italia e l’Europa, registrato 3 EP e un album prodotto da Cosecomuni, l’etichetta dei romani Velvet. Dopo un anno a Londra e innumerevoli cambi di formazione, nel 2013 la band decide di fermarsi ed Erika si prende una pausa. Sente più vicina a nuovi mondi sonori e qualche anno più tardi riprende a scrivere, questa volta in italiano. I suoi pezzi sono sinceri e diretti, frutto di rabbia e pancia. Erika lavora in studio con Giorgio Maria Condemi (già chitarrista di Motta, Marina Rei, Bottega Glitzer) che, in veste di produttore artistico, trova un’identità sonora che valorizzi la sua voce scura e che concili il suo apparentemente incoerente background di ascolti. ASCOLTA L’INTERVISTA A ERIKA GIUILI

 PGNR: Giovanna Maria Boscani e le forme d’arte tra le carceri sarde | File Type: audio/mpeg | Duration: 19:36

L’artista sassarese racconta su Unica Radio la lavorazione del docufilm PGNR Un viaggio surreale, sorprendente e a tratti malinconico attraverso le carceri sarde: Giovanna Maria Boscani, artista sassarese, e Joe Perrino, musicista cagliaritano, a bordo di una vecchia Ape Piaggio, hanno raggiunto tutte le case circondariali dell’Isola. L’obiettivo? Incontrare i detenuti e farsi affidare storie, ambizioni e sogni sotto forma di ex-voto. Il documentario PGNR (Per Grazia Non Ricevuta) ora cerca fondi per la distribuzione tramite una campagna di crowdfounding. Da Uta a Nuchis, da Bancali a Bad’e Carros passando per Massama, Isili, Alghero e Is Arenas, l’Ape è diventata la casa per disegni, scritti, oggetti realizzati dai carcerati. Questo è il racconto di Per Grazia Non Ricevuta, film documentario attualmente in montaggio, per la regia di Davide Melis e prodotto dalla società cagliaritana Karel. Il film è alla ricerca di sostenitori che supportino la produzione e distribuzione: dal 1 aprile è partita la campagna di crowdfounding insieme a Banca Etica che ha selezionato Per Grazia Non Ricevuta sul bando “Impatto +”, creato per progetti culturali. L’obiettivo di Karel è raggiungere 15 mila euro: si potranno inviare donazioni diverse. Chi farà una donazione al film riceverà un premio come la locandina del documentario autografata dai protagonisti. Come ricompensa è possibile ricevera anche il dvd nel formato semplice o nel cofanetto speciale. Ma è disponibile anche il modello in scala dell’Ape Piaggio decorata a mano dall’artista Giovanna Maria Boscani. Chi farà una donazione speciale sarà menzionato come produttore associato. “Per Grazia Non Ricevuta” è realizzato con il contributo della Regione Sardegna; e il supporto della Fondazione Sardegna Film Commission. Qui il link per la campagna crowdfounding https://www.produzionidalbasso.com/project/per-grazia-non-ricevuta-docufilm/ Ascolta l’intervista a Giovanna Maria Boscani

 Intervista a Fabio Furia – “Il tango sul palco di Civic’Art” | File Type: audio/mpeg | Duration: 10:31

Ai microfoni di Unica Radio il musicista e compositore Fabio Furia parla del concerto “Contemporary Tango”, che lo vedrà sul palcoscenico della Scuola Civica di Musica di San Sperate domani (domenica 26 maggio) alle 19. Un weekend ricco di appuntamenti (con protagonisti Andrea Maulini e Fabio Furia) quello di sabato 25 e domenica 26 maggio per Civic’Art, la rassegna organizzata dalla Scuola Civica di Musica di San Sperate (alla sua seconda edizione), che quest’anno devolve il suo ricavato alla neonata associazione Clean Coast Sardinia. La mattina del 25 alle 11 arriva nel Paese Museo Andrea Maulini, docente universitario e consulente di marketing e comunicazione delle più importanti organizzazioni culturali italiane, per presentare il suo ultimo libro “Comunicare la cultura, oggi”, un volume chiaro, completo e aggiornato dedicato a un settore, quello culturale, in decisa ascesa negli ultimi anni, anche in Italia. Il libro intende approfondire i diversi aspetti della comunicazione, con un focus specifico sui nuovi mezzi: costruire un sistema strategico di comunicazione digital, progettare e valorizzare un sito web, identificare i social più adatti alla propria realtà e utilizzarli al meglio, cercando al tempo stesso di comprenderne gli sviluppi futuri.  Nel pomeriggio di sabato (dalle 15 alle 19) e nella mattinata di domenica (dalle 9.30 alle 13.30), inoltre, Maulini terrà un seminario dal titolo “Le nuove frontiere del social media marketing per la cultura”, aperto a un massimo di 25 partecipanti(contributo di partecipazione 60€). Per informazioni e prenotazioni scrivere a:scuolacivicadisansperate@gmail.com Domenica 26 sarà il tango di Fabio Furia a far danzare idealmente il pubblico della Civic’Art: alle 19 il bandoneonista sardo, affiancato dal pianista Walter Agus, eseguirà le musiche di Piazzolla, Otero, Teruggi, tra gli altri, planando tra passato, presente e futuro condensati in un unico ed insolito viaggio nella storia del tango. “Contemporary Tango” è il nome del progetto che spazia sapientemente tra innovazione e tradizione e improvvisazione. Il risultato è un interessante sintesi tra il mondo sonoro del jazz e quello del Tango Nuevo. Un mèlange di forza e passione, energia e pathos, in cui si riconoscono suggestioni classiche, nel rigore della composizione ispirata all’equilibrio della forma e al contrappunto dei grandi maestri del passato, ma puntando sempre lo sguardo alle avanguardie contemporanee. Uno spettacolo innovativo, nel quale le dimensioni del tempo e

Comments

Login or signup comment.